I giovani della diocesi di Caltagirone in cammino verso il Sinodo attraverso i santuari mariani

X MILLE STRADE CON MARIA

CALTAGIRONE – Con un intenso programma intessuto di preghiera, entusiasmo e volontà d’amore per la Chiesa, i giovani del mondo si stanno mobilitando per andare verso le giornate del Sinodo dei Vescovi, che si compirà ad ottobre attorno a Papa Francesco. Non una pittoresca kermesse, ma una gioiosa convocazione, una consapevole determinazione, che con modalità diverse in ogni angolo del mondo, manifesta la intraprendenza dello Spirito che si fa anima della Chiesa.

Nella nostra Diocesi ci sono generosi fermenti e iniziative apposite predisposte dal Servizio di pastorale Giovanile Vocazionale: nei giorni dal 2 al 5 agosto i giovani si metteranno in cammino con zaino e sacco a pelo, con un itinerario accuratamente strutturato per ‘peregrinare’ verso i 4 Santuari mariani sparsi nel nostro territorio, sulle orme di Maria SS.ma che si recò gioiosamente e in fretta per incontrare la cugina Elisabetta e annunciarle il grande evento della Incarnazione.

Un Cammino pittoresco e gioioso ma anche spiritualmente ricco e intenso, accompagnato da momenti di riflessione, di catechesi, di annuncio, di testimonianza e di festa. Sono state diligentemente predisposte le 4 tappe del cammino che si concluderà nel Santuario diocesano di Maria SS.ma del Ponte domenica 5 agosto.

«Un evento che come pastorale giovanile vocazionale – ha dichiarato il Direttore don Jonathan Astuto – abbiamo pensato in vista del sinodo e in stretta collaborazione con la comunità del seminario, per trasmettere ai giovani la bellezza della metafora del viaggio. Mettersi in cammino, attraverso questo percorso per riscoprire la pedagogia dell’ “andare” e la spiritualità della strada, consapevoli che nel camminare insieme ci si ascolta e si stringono legami profondi. Un’opportunità per  comprendere che siamo chiamati ad essere pellegrini che incontrano, testimoniano e annunciano il Signore, non attraverso un’odissea senza destinazione ma attraverso un Esodo verso una Meta; un “sinodo” di condivisione che ci permette di costruire legami nella nostra diocesi in vista di un futuro che ci chiede di lavorare sempre di più insieme. A tal proposito vorrei già da adesso ringraziare le comunità parrocchiali dei vari paesi per essersi messe a disposizione offrendo una calorosa accoglienza con vitto e alloggio per i nostri giovani».

Il primo raduno e la partenza saranno giovedì 2 agosto nel Santuario Madonna della Stella di Militello, dove i giovani pellegrini celebreranno col Vescovo il primo momento e pernotteranno, per mettersi in cammino, alle prime luci dell’alba di venerdì 3 agosto, in direzione del Santuario della Madonna del Pericolo a Vizzini, dove sarà vissuta la seconda tappa con catechesi e celebrazione del Vescovo. L’alba del 4 agosto vedrà la carovana dei pellegrini intraprendere il tratto che da Vizzini raggiungerà il Santuario della Madonna del Piano di Grammichele, luogo della terza tappa. L’alba di domenica 5 agosto illuminerà i giovani pellegrini che si inerpicheranno verso Caltagirone per raggiungere in mattinata la Città dei Ragazzi dove nel primo pomeriggio sarà celebrato il Sacramento della Riconciliazione. A conclusione della Liturgia Penitenziale si sposteranno verso il Santuario diocesano della Madonna del Ponte, dove sarà celebrata l’Eucarestia conclusiva col Vescovo. Si svolgerà inoltre una serata conclusiva di fraternità con tutti coloro che, pur non avendo potuto partecipare alla marcia, vorranno unirsi alla festa, che si prolungherà per tutta la sera tra suoni e danze.

Tutto l’itinerario sarà accompagnato da un testo-guida adeguatamente predisposto perché ogni giovane possa essere aiutato a vivere i vari tempi e momenti come esperienza anche intima e personale da registrare e conservare nelle pieghe profonde del cuore, dove la chiamata del Signore si anniderà.

Con la benedizione della Vergine SS.ma, fonte viva di misericordia e perdono, e sorgente inesauribile di grazia e gioia, ci si predisporrà a vivere a Roma nei giorni dal 10 al 12 agosto, con tutti gli altri giovani provenienti da ogni parte del mondo, l’incontro col Vicario di Cristo, quel Papa Francesco che li ha chiamati e li attende per celebrare il “loro” Sinodo sul tema: “I giovani, la Fede e il discernimento vocazionale”.

 

 

1 agosto 2018